Venere d’Italia, a vincere in Finale Nazionale 2019 è Nicoletta Aloisi

SAN FERDINANDO DI CALABRIA. Mora, slanciata, dallo sguardo sensualissimo. E con una dialettica invidiabile. E’ lei la bellissima Venere d’Italia 2019. Si chiama Nicoletta Aloisi, ha 15 anni e vive in Emilia Romagna. Al secondo posto Marianna Dolciame che ha concorso per la regione Lazio, a lei il titolo Venere Coticelli. Nel terzo gradino del podio la lucana Silvia Miccolis, con il titolo di Venere Gibo.

Il concorso Venere d’Italia si ispira a valori più aulici, si rifà al nome della dea romana della bellezza, Venere, che etimologicamente deriva da Venus che in latino significa amore, desiderio, bellezza, leggiadria, avvenenza.

Bellezza nel senso più puro del termine: gli organizzatori hanno mirato proprio alla bellezza vera, autentica. Tanto che le concorrenti sono state giudicate dalla giuria senza trucco. Non è stato facile scegliere la più bella: a lei è andata la corona realizzata dal maestro orafo Gerardo Sacco.

La brillantissimi direzione artistica è stata affidata a Giuseppe Stigliano e le coreografie sono state curate da Angelo Mastrangelo. Può dirsi più che soddisfatto il patron del concorso Pietro Cortese.

Le ragazze sono state selezionate da una giuria tecnica composta dal presidente Ciro Montemiglio (direttore playboy italia), Francesco Coticelli (stilista e proprietario del brand Aghemare), Pietro Cortese (patron e fotografo di moda), Isabella Malerba (Venere d’Italia 2017).

La Venere d’Italia insieme al patron Pietro Cortese e al presidente di giuria Ciro Montemiglio

Numerosi gli sponsor del concorso: Aghemare, Gibo Couture, Eminence, Lookforwardnotback, Tobelieve, Charm, Dlg.

Non è mancato lo spazio per i media che hanno supportato l’iniziativa con ottimi risultati: Siamoda magazine, Nonsolomodanews, Radio bellezza italiana. E la moda ha fatto da padrone: eleganza, glamour ed esaltazione di tutte le ultime tendenze. Hanno sfilato i capi di Francesco Venditti, Myriam Gentile, Rita Dell’aversano, Rada, Elena Rotaru e Francesco Coticelli.

Le fasciate nazionali in posa con gli organizzatori

Un evento di respiro nazionale che ha visto protagoniste 95 splendide fanciulle, selezionate nelle varie tappe regionali. Alla base un lavoro scrupoloso e meticoloso. Merito sicuramente di tutti gli agenti regionali: Donatella Accolla, Elisabetta Cannuli, Salvatore Ginevra (Sicilia), Antonio Fontanella (Calabria), Giovanni Stellato (Puglia), Giuseppe Stigliano (Basilicata), Mauro Carillo (Campania), Monica Mastrantonio (Molise), Antonio Gentile e Stefania Appugliese (Lazio), Francesco Catenacci (Abruzzo e Marche), Marco Fabbri, Cinzia Nassi Tinarelli (Emilia Romagna) e Stefano Casagrande (Triveneto)

Tre giorni di moda e spettacolo. La prima serata, quella del 12 settembre, il galà delle regioni, con la conduzione di Francesco Catenacci. Il giorno successivo la serata dedicata alla Moda, condotta da Giuseppe Stigliano e Andrea Nasillo. Nell’ultima serata la proclamazione della reginetta di bellezza italiana. Momenti di grande emozione e che hanno evidenziato il livello altissimo della kermesse.

Numerose le fasce nazionali assegnate:

Claudia Manzulli è Venere Eminence, Serena Gargiulo è la Venere AghéMare, Aurora Di Natale è Venere Sorriso, Giulia Minotti è Venere Spettacolo, Erika Privitera è Venere To Believe, Angela Kothere è Venere Moda, Federica De Carlo è Venere Fotogenia, Lucia Ieracitano è Venere Batuca Viaggi, Martina Olimpico è Venere Look Forward Not Back, Sara Zorzi è Venere Fitness, Graziana Lentini è Venere SiaModa, Mariagiorgia Accolla è Venere Mediterranea, Sara Maurelli è Venere Radio Bellezza Italiana, Kiara Maugeri e Venere Eleganza, Viviana Mascioli è Venere Nonsolomoda, Sirya Capobianco è Venere Cinema, Corinne De Mitri è Venere Magna Grecia, Simona Ingrasciotta è Venere Simpatia, Sara Criscuolo è Venere Tv, Suen Carbone è la Venere delle Veneri e Caterina Lo Pizzo è la Venere Social.

Andrea Nasillo